Progetto Sustainability Labs Network (SLN)

 

Diverse ricerche sottolineano sempre più come il comportamento individuale sia cruciale nell'affrontare le sfide globali della società, come ad esempio quella legata ai Cambiamenti Climatici. Per questa ragione c'è un crescente interesse e necessità nel coinvolgere attivamente cittadini/consumatori nella ricerca di possibili soluzioni per gestire il cambiamento.
Allo stesso tempo i cittadini/consumatori stanno assumendo un ruolo sempre più proattivo in vari settori e stanno diventando "smart citizen" delle emergenti "Smart Cities" e "Smart Communities".

 

L'assunto di base del progetto è che l'ingresso della sostenibilità in ogni ambito applicativo ( ambiente, energia, mobilità, salute, trasporti, sicurezza, ecc. ecc.) sia in grado di causare una discontinuità, un salto di qualità, un cambiamento di paradigma organizzativo e culturale  capace di aprire a nuovi spazi/tempi di azione organizzativa a tutti i livelli (individuale, collettivo, organizzativo, sociale e di governo).

 

In questo contesto , le scuole e università sono un ambito interessante e particolarmente adatto a sviluppare e testare i nuovi modelli organizzativi legati alla sostenibilità, nell'emergente "società della conoscenza". Questo sito presenterà i concetti, gli strumenti e i risultati più importanti del progetto, attualmente in corso: "Sustainability Labs". Progetto sviluppato nell'ambito delle iniziative "La Statale per EXPO2015" della Università degli Studi di Milano.

 

L'obiettivo principale del progetto è promuovere modalità per creare e diffondere  cultura evoluta della sostenibilità in un'ottica "open source", coinvolgendo scuole, comunità locali, attori socio-economici e tutti i possibili portatori di interesse (Stakeholder).

Lo scopo ultimo è quello di cercare di includere valutazioni riguardo la sostenibilità all'interno dei processi decisionali a tutti i livelli. In particolare, gli strumenti proposti mirano a valorizzare la responsabilità culturale e sociale di scuole/università e la loro abilità di aggregazione e di innescare cambiamenti nei modelli di consumo, negli stili di vita degli studenti e non solo. Si vuole inoltre analizzare come le risorse locali (a livello finanziario, organizzativo, ambientale, socio-culturale) possano essere valorizzate per promuovere progetti concreti di sostenibilità e per la gestione dei loro impatti sui vari livelli coinvolti.

 

Più in dettaglio, si vuole costruire una partnership tra università e scuole affinché le prime possano supportare le seconde nel costruire progetti di sostenibilità, che dovranno includere attivamente studenti, le loro famiglie, le comunità locali (e globali).

L'idea è quella di promuovere un approccio aperto, partecipativo e interattivo dove non venga imposta un'unica strategia, ma dove al contrario i docenti e scuole abbiano la massima autonomia e le iniziative vengano concepite dalle scuole e dalle comunità in collaborazione anche con le università.

 

Inoltre, l'approccio è anche "glocal" siccome mira a integrare iniziative locali auto-organizzate - che approfittano delle opportunità e risorse globali /locali in una rete interattiva dove le esperienze, le idee, i consigli, le iniziative e i finanziamenti possano essere condivisi, con il fine di identificare percorsi di successo per la promozione della sostenibilità. L'obiettivo finale sarà proprio l'andare oltre le singole scuole/ università e identificare così possibili vie per la creazione di una rete di "scuole e università sostenibili" (in stretto contatto con le loro comunità locali).

 

Noi cerchiamo di promorre un approccio per mezzo del quale le scuole possano contribuire a diffondere cultura della sostenibilità attraverso il miglioramento concreto della loro stessa sostenibilità sul campo, in un modo trasparente e partecipato.
Questo progetto considera anche le potenzialità di opzioni di "Crowdsourcing" e "Crowdfunding" che possono rappresentare strumenti interessanti e dinamici (da affiancare ai fondi pubblici) unitamente ad un sistema organizzativo capace di innescare ulteriori interessanti potenziali effetti, come ad esempio, la responsabilizzazione dei cittadini, la diffusione di consapevolezza e lo sviluppo di cultura di sostenibilità e aggregazione sociale, ecc....

 

Da un punto di vista metodologico si propone una funzione di sostenibilità (FS) che include nove dimensioni: ambiente, salute, energia, tecnologia, economia, organizzazione, società, cultura e geopolitica.

 

FS= f (Ambiente, Salute, Energia, Tecnologia, Economia, Organizzazione, Società, Cultura e Geopolitica)

 

Una FS che è estensione dei tre pilastri classici (Triple Botttom Up) per aumentare l'utilità pratica del concetto di sostenibilità. Tale funzione può essere utilizzata per valutare qualsiasi iniziativa, azione o strategia a livello individuale, familiare, 0rganizzativo o di policy. Infatti, essa differisce dai più diffusi indici di sostenibilità che sono di regola molto tecnici e solo per esperti. Lo scopo è quello di sviluppare strumenti semplici che permettano a tutti, ma anche alle organizzazioni e ai policy-maker, di definire una mappa concettuale per una valutazione a tutto campo degli impatti che possono avere le loro scelte e per aumentarne la consapevolezza.

 

Questo sito descriverà anche i risultati della prima fase di sperimentazione di questa ricerca-intervento. Al momento stiamo lavorando con alcune scuole dell'area di Milano. In collaborazione con il personale docente, stiamo  analizzando le iniziative già presenti e valutando il loro impatto sui differenti ambiti della sostenibilità. Stiamo inoltre analizzando le modalità di inserimento della sostenibilità nei piani di offerta formativa (POF).

 

La collaborazione inizia in genere con un incontro con il dirigente scolastico degli IC e a questo fanno seguito incontri con il personale docente, ma per ogni scuola (via Sustainability LAB) è previsto di sviluppare percorsi massimamente personalizzati.

I primi risultati della ricerca saranno presentati il 15 ottobre nell'ambito delle iniziative La Statale per Expo

 

                                                                                                                 :: Mappa del Progetto

 

Per maggiori informazioni sugli step, cliccare qui


E.C. Ricci

 

 

 

 

 

Il ruolo di università, scuole e comunità locali nel promuovere e diffondere cultura evoluta della sostenibilità

                                                                                                                                           

                                                                                                                                        

    :: Patente di Sostenibilità a Scuola &  Social Learning Network 360  

         : La Territorialità/Temporalità, gli Oggetti e la complessità delle Dinamiche in gioco

 

 

:: Mappa del Progetto 

                                                                                                                                                                              

Il ruolo dei singoli per risolvere le sfide globali

 

La sfida di promuovere una

PATENTE DI SOSTENIBILITA'
a Scuola (PaSS)

 

Dalle singole scuole/università, agli IC, ai territori, alle città

 

School & University

SOCIAL RESPONSIBILITY

 

Percorsi personalizzati

 

CSR delle piccole/medie/grandi imprese sui loro territori

 

Copartecipazione per lo sviluppo di VALORE SOCIALE

 

Sustainability Knowledge Management

 

Fase PRE-EXPO

e POST-EXPO